Senior housing

20 gennaio 2020

L’Italia è tra le nazioni meno “giovani” del mondo, questa tendenza è sempre più accentuata anche per l’avvenire.

Il settore immobiliare dovrà tenere conto di questo orientamento, nei programmi futuri.

Dalle ricerche mediche, si evince che l’età per essere considerati anziani è 75 anni.

Ma è evidente, che anche le persone oltre i 75 anni continuano a essere molto attive ed indipendenti.

L’Unione Europea, già da tempo ha avviato un progetto per promuovere il cosiddetto invecchiamento attivo.

Esso permette agli anziani di realizzarsi in termini di occupazione, presenza socio-culturale e indipendenza.

I parametri presi in considerazione sono l’aspettativa di vita, il benessere interiore, l’utilizzo delle tecnologie e il grado di connettività.

In Italia, per coloro che non sono più interamente autosufficienti, e non hanno il supporto della famiglia, si è ricorso alle Residenze sanitarie assistenziali ed alle case di riposo o di cura.

Il tutto, con enormi costi sia per le famiglie che per la società.

Un’altra soluzione per una persona ancora autosufficiente, che possiede un’unità immobiliare, è quella di cedere la nuda proprietà, riservandosi l’usufrutto.

Tuttavia, questa pratica, oltre a far “perdere” un bene nell’asse ereditario, non risolve comunque l’esigenza dell’assistenza e della solitudine.

Inoltre le spese di gestione ordinarie, sono a carico dell’usufruttuario, che continuerà ad utilizzare l’immobile.

Da qualche anno il mondo del real estate ha accesso i fari su un nuovo prodotto denominato senior housing.

La tipologia degli immobili destinati al senior housing sono costituiti da appartamenti la cui distribuzione interna degli spazi, viene configurata per soddisfare le nuove esigenze dei residenti.

Gli appartamenti in vendita o affitto, hanno a disposizione bagni più ampi, con un ulteriore camera per un’eventuale persona assistente o famigliare.

Fondamentalmente, il punto focale di queste strutture sono gli spazi ed i servizi comuni. Il ristorante e la palestra sono luoghi importanti per socializzare oltre al presidio medico attivo, per l’assistenza.

Tutto ciò consente di soddisfare le esigenze di autonomia e privacy, con quelle dell’abitare in un contesto sicuro sotto l’aspetto della condizione fisica, che favorisce la socialità.

Il lago Maggiore, con le sue importanti località quali Stresa, Arona e Verbania, è certamente una zona turistica ideale per attrarre investimenti per sviluppare appartamenti signorili in vendita o in affitto.

La nostra agenzia immobiliare Stresa Luxury Real Estate, è in grado di proporre e supportare investitori interessati allo sviluppo di immobili per la realizzazione di senior housing.

Cliccando su « Accetto », autorizzate l’utilizzo dei cookies per garantirvi una consultazione ottimale di questo sito.

Maggiori informazioni Accetto